NOLEGGIO TENS

Elettrostimolatore tens

Copertura del servizio : 365 giorni l’anno
Durata minima : 10 giorni
Costo : da 5 € al giorno

Spese di consegna : 19 €
Spese di restituzione : GRATIS

CHIAMA IL NUMERO VERDE GRATUITO

Se chiami da cellulare componi il 333.5621140

RICHIEDI ORA IL TUO DISPOSITIVO!

Detraibile ai sensi della Legge 27 dicembre 2006 n°296

Chiedi informazioni

Dicono di noi

Cos’é la TENS

La TENS (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation – Stimolazione Elettrica Transcutanea del Nervo) è un tipo di elettrostimolazione a bassa frequenza, utilizzata per contrastare gli effetti del dolore. Le correnti antalgiche attenuano il dolore agendo sulle strutture nervose addette alla percezione e trasmissione degli stimoli. Ha un’azione antidolorifica, con effetto più graduale e duraturo rispetto alle alte frequenze, stimolando il rilascio di endorfine.

La TENS interviene sulle condizioni dolorose acute e croniche.

 

La TENS comprende trattamenti di carattere antalgico in grado di inibire il dolore attraverso l’azione diretta sugli “interneuroni spinali“. Le conseguenze positive sulla percezione del dolore sono date dalla nota “teoria del cancello”, dal rilascio di endorfine e dal rilassamento muscolare.

La TENS agisce su molteplici affezioni dolorose, non solo quelle che riguardano le artriti o i dolori alle ossa in generale, ma anche problematiche come i dolori mestruali.
È particolarmente apprezzata dagli sportivi perché riduce in fretta gli stati dolorosi alla spalla o al ginocchio dopo cadute e incidenti legati all’attività sportiva.

TENS convenzionale e TENS endorfinica

La TENS può essere di tipo convenzionale o endorfinica. Nel primo caso l’azione antalgica è conseguenza della teoria del cancello (Gate Control Theory), formulata da Ronald Melzack e Patrick Wall nel 1962, e ha un effetto pressoché immediato.

Nel secondo caso, gli impulsi raggiungono midollo e cervello e tutti i sintomi dolorosi si alleviano grazie alla liberazione di neuropeptidi oppioidi, tra cui le endorfine, che sono oppioidi endogeni – cioè antidolorifici naturali prodotti direttamente dal corpo.

Come si svolge una seduta di terapia

Gli elettrostimolatori tens generano impulsi completamente indolore che vengono percepiti dal paziente con una sensazione di formicolo sulla zona cutanea dove sono stati applicati gli elettrodi.

Gli elettrodi vengono collocati nelle specifiche zone del corpo da trattare e la seduta dura circa 20 minuti e alla fine, il soggetto prova un beneficio a lunga durata anche se l’esito è soggettivo e dipende dalle condizioni cliniche del paziente.

Spesso la TENS viene consigliata a quelle persone che sono impossibilitate ad assumere farmaci, ad esempio per problemi epatici o per allergie ad alcuni di essi.

 

La TENS agisce sul sintomo dolorifico e non sulle cause che lo generano, cause che possono essere di differente natura. Come la TENS, anche se con principi differenti, rientra nella categoria dell’elettrostimolazione la ionoforesi, un trattamento che veicola la trasmissione di un farmaco attraverso una corrente continua (detta galvanica) e che ha come conseguenza secondaria – anche se non irrilevante – un’azione antalgica.

Le persone momentaneamente allettate possono usufruire della TENS anche a proprio domicilio grazie all’esistenza di apparecchi portatili professionali.

 

Nel corso degli anni la TENS è diventata una tecnica di routine molto popolare tra pazienti e personale sanitario ed è rinomata sopratutto per la cefalea muscolo tensiva, che è molto dolorosa ed è la più frequente tra le cefalee. Le sue cause sono innumerevoli e possono derivare dalla mancanza di sonno, dalla cattiva postura e dalla malocclusione.

I trattamenti sono farmacologici ma sono stati riscontrati benefici positivi con l’uso dello stimolatore elettrico. I sintomi si sono attenuati notevolmente e in modo particolare la sensazione di compressione frontale o bilaterale. Tuttavia anche se il trattamento antalgico è efficace, i pazienti affetti da cefalea muscolo tensiva devono provvedere a risolvere a monte le cause scatenanti.

TENS: controindicazioni ed effetti collaterali

Il trattamento ha pochissime controindicazioni, alcune delle quali sono condivise con la maggioranza delle altre elettroterapie come ad esempio la tecarterapia, la laserterapia e gli ultrasuoni. È controindicato l’uso della TENS per i portatori di pace-maker e di protesi metalliche, per le donne in gravidanza,  per i pazienti che sono affetti da un tumore maligno. Gli effetti collaterali sono anche minori in numero rispetto alle controindicazioni. Si è riscontrata in rarissimi casi una ipersensibiltà a questo tipo di correnti, è quindi sempre opportuno ascoltare il parere del medico soprattutto se si hanno dei dubbi sulla loro applicabilità.

Principali applicazioni

A chi si rivolge il servizio

AUTONOMIA E SEMPLICITÁ!

BENEFICI DELLA TERAPIA DOMICILIARE

I nostri clienti dicono di noi

Vi abbiamo chiesto di usare una o due parole per dire cosa vi ha più colpiti di noi e, se vi andava, di aggiungere un breve commento. Ecco alcune testimonianze che ci hanno colpito e per le quali vi siamo grati.

SCEGLI LA TERAPIA DOMICILIARE

RICHIEDI ORA IL TUO DISPOSITIVO!

Chiama il Numero Verde Gratuito per Prenotazioni o Informazioni

Dal lunedì al venerdì | dalle 9:00 alle 19:00

Se chiami da cellulare telefona al 333.5621140

Vuoi saperne di più?

Chiedi informazioni

Rispondiamo rapidamente ad ogni tua domanda!

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto delle norme sulla privacy.
Informativa sulla Privacy
Ho capito.