Cervicalgia – Ecco le Cause più comuni

Cervicalgia è il termine medico con cui si indica il comune dolore al collo, che può essere causato da fattori molteplici. Si tratta di un disturbo muscolo scheletrico che affligge gran parte della popolazione. Anche la durata varia, da un periodo breve fino a diversi anni.

Cause e Sintomi della Cervicalgia

Le cause principali sono solitamente riconducibili alla vita sedentaria, all’esposizione a colpi di aria o di freddo, alla postura scorretta. Colpi di frusta, ernie cervicali, spondilosi e altre patologie possono invece causare la cervicalgia acuta. Anche sport particolarmente faticosi o traumatici per tutto il sistema muscolare e scheletrico possono essere alle origini di questo fastidioso problema.

Il dolore si manifesta molto intenso soprattutto nella parte del rachide cervicale. Spesso però il dolore risulta accompagnato da diversi altri disturbi come il braccio indolenzito, formicolio e intorpidimento, tensione muscolare e debolezza avvertita sia negli arti superiori che nella mano.

 

Diagnosi e Cura

La diagnosi avviene tramite esecuzione di una lastra alla cervicale, risonanza magnetica ed elettromiografia al braccio e alla mano. Nella fase acuta, le terapie consistono nella prescrizione di antidolorifici e miorilassanti. In casi particolarmente gravi si può ricorrere anche a infiltrazioni di corticosteroidi. Un rimedio naturale che può dare da subito una sensazione di sollievo è un impacco caldo che aiuta a sciogliere i muscoli contratti. Durante il riposo notturno è consigliabile usare un cuscino ortopedico.

Possono risultare efficaci terapie come la magneto terapia, la terapia con ultrasuoni, la TENS, la terapia con corrente galvanica (ionoforesi), la tecarterapia.

 

Se la cervicalgia è effetto di un colpo di frusta, viene consigliato l’uso del collare ortopedico fino a un massimo di tre settimane. Passata la fase acuta, sono consigliati esercizi per sciogliere la muscolatura e correggere la postura o sedute di fisioterapia. L’intervento chirurgico viene preso in considerazione in caso di ernie cervicali. In ogni caso la cervicalgia non va sottovalutata.

È importante rivolgersi al medico non appena compaiono i primi sintomi. Prevenirla è possibile cercando di assumere una postura più corretta. Attenzione anche alla posizione dello schermo del computer se si lavora per molte ore alla scrivania. Con un’adeguata attività fisica si può inoltre mantenere la muscolatura forte e sciolta.

HAI BISOGNO DI RIABILITAZIONE?

Noleggio Elettromedicali

 

Chiama il Numero Verde per info o prenotazioni

Icona Numero Verde

oppure scrivici: