Artrite: cos’è?

L’artrite è una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni; finora ne sono state classificate 100 tipologie. L’artrite costituisce oggi un grosso problema di salute pubblica, in quanto, essendo una malattia cronica e di difficile risoluzione, ha una elevata incidenza nella popolazione e un notevole costo per il servizio sanitario.

Quali sono i sintomi dell’artrite?

I sintomi più comuni dell’artrite sono dolore, infiammazione, rigidità, calore, arrossamento, perdita di funzionalità. Altri sintomi coinvolgono la sfera psicologica (depressione, stress, rabbia, ansia) e sociale (isolamento, difficoltà relazionali e sessuali). Le cause dell’artrite possono essere le più diverse: da quelle metaboliche alle infettive, ma anche autoimmuni o idiopatiche.

Le cause e le varie tipologie di artrite

Le tipologie di artrite più comuni e più studiate sono l’artrite reumatoide (autoimmune), l’osteoartrite (tipica dell’età geriatrica), la gotta, la fibromialgia e il lupus eritematoso sistemico.

Sono in corso numerosi studi in tutto il mondo per definire le cause genetiche o ambientali dell’artrite: finora, i risultati indicano chiaramente che si tratta di una malattia complessa, con fattori di rischio che sono sia genetici, sia ambientali (stile di vita, dieta, attività fisica, etnia). Esistono anche fattori di genere: ad esempio, le donne sono più propense a sviluppare fibromialgia e artrite reumatoide.

Per quanto riguarda i fattori ambientali, la prevenzione e la diagnosi precoce hanno particolare importanza nell’impedire lo sviluppo delle complicanze della malattia o nel ritardarne gli effetti più gravi.

Cosa fare contro l’artrite?

Attualmente, sono le artriti infettive possono essere curate, eliminando il patogeno che ne è la causa. Tutte le altre tipologie di artrite non hanno trattamento risolutivo, ma solo palliativo, volto a ridurre il dolore e le disabilità. Il riposo e un certo grado di attività fisica possono essere molto efficaci, riducendo la tendenza del soggetto alla sedentarietà e quindi a sviluppare malattie secondarie (diabete, problemi cardiovascolari, obesità). Esistono regimi dietetici adeguati a risolvere certe tipologie di artrite, come la gotta; i farmaci servono solo ad alleviare i sintomi più invalidanti, data la natura cronica della malattia, e possono essere assunti anche tramite ionoforesi. Può essere consigliabile anche la magnetoterapia, per via delle proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

In molti pazienti, le articolazioni colpite possono essere sensibili al freddo o al caldo, la cui sensazione può alleviare il dolore e l’infiammazione.

In generale, vengono impiegati presidi ortopedici che migliorino la motilità dell’articolazione e prevengano cedimenti e quindi cadute; anche in casa, sono utili sostegni nei luoghi più critici.

Solamente nei casi molto gravi si ricorre alla chirurgia per sostituire con una protesi l’articolazione compromessa.

HAI BISOGNO DI RIABILITAZIONE?

 

Magnetoterapia Noleggio

 

Chiama il Numero Verde per info o prenotazioni

Icona Numero Verde

oppure scrivici: